Speciale meteo: tra mercoledi e venerdi altalena di emozioni

meteo-lago-lacenoSiamo giunti ad un importante bivio per questa stagione invernale. Dinanzi a noi si aprono due scenari distinti ma che al contempo, tracciano entrambi la linea verso il passaggio alla prossima settimana.
Da un lato la primavera con i suoi primi caldi e i suoi primi temporali, dall’altro l’inverno che timidamente (come ha fatto in questi mesi) cerca di riappropriarsi del “maltolto”; nel mezzo il Laceno, le piste e il prosieguo della stagione sciistica.
Ma andiamo con ordine e scendiamo nei dettagli di quella che sarà una delle settimane più movimentate dell’anno meteo (ad oggi ovviamente).

Domani Martedi 22 Marzo 2016 assisteremo alla continuazione del rialzo termico che in questi giorni sta portando temperature alte sul comprensorio. La situazione tuttavia rimane ancora stabile con cielo sereno al mattino, nuvolosità in aumento dal primo pomeriggio e possibilità di pioggerelline sparse a partire dal tardo pomeriggio sera. Una giornata calda, uggiosa nel finale ma ancora accettabile (dato il periodo) per le nostre piste.

Mercoledi 23 Marzo 2016 assisteremo al vero peggioramento di questa perturbazione in arrivo ed è qui che scopriremo le sorti del nostro inverno, a partire proprio dalle abbondanti precipitazioni che colpiranno il comprensorio.
Le temperature cominceranno a salire e contestualmente all’invorticarsi di un minimo di pressione molto stretto vi sarà possibilità di forti precipitazioni e venti sostenuti. Sarà questa la fase peggiore per la neve, infatti le termiche a 1240 m saranno di circa 5 / 6°, mentre a 1400 m potremmo rimanere su termiche comprese tra i 3° e i 4°. Tuttavia, a quota 500 hpa (in quota), le termiche si terranno relativamente fredde e questo potrebbe garantire neve dai 1500 m in su (da verificare). Tuttavia non escludiamo che per una buona parte dell’inizio perturbazione la quota neve schizzi al di sopra dei 1800-2000 m , con conseguente pioggia su tutto il comprensorio.
In serata leggero e costante calo termico con quota neve in calo a 1400 m (anche a seconda della forza delle precipitazioni)

Giovedi 24 Marzo 2016 ritorna l’aria fredda e si passerà a termiche comprese tra 0 e -1° a quota 1320 m. La situazione meteo inizierà a farsi interessante e con la rotazione dei venti dai quadranti di Nord est ci sarà la possibilità delle prime nevicate a quote comprese tra i 1100 e i 1200 m. La giornata proseguirà con diffusa instabilità e attenuazione dei fenomeni.

Venerdi 25 Marzo  2016 ulteriore calo delle temperature e termiche comprese tra -2°/-3° a quota 1400 m. Precipitazioni assenti o debolissime a carattere orografico.

Per Sabato Domenica e Lunedi siamo ad un range temporale ancora troppo alto per poterci esprimere in merito.

Situazione quindi da monitorare costantemente e da non sottovalutare. Potremmo trovarci al limite di piogge forti con conseguente scioglimento della neve o nuove nevicate abbondanti in grado di dare linfa alla stagione. Mercoledi si deciderà il tutto. Non ci resta che rimanere in contatto e seguire tutti gli aggiornamenti dal sito, dalle webcam e ovviamente dalla pagina facebook. 


condividi su Facebook condividi su Twitter condividi su Pinterest condividi su Whatsapp condividi su Telegram

Utilizziamo cookies tecnici, di analisi e di terze parti per agevolare e rendere più efficace l’esperienza dell’utente nel sito. Visitando i contenuti della nostra pagina web presta il suo consenso all’uso di questi strumenti e accetta la nostra Cookie policy

seguici su Facebook seguici su Twitter seguici su Instagram seguici su Pinterest