Il comprensorio del Lago Laceno, costituito dai monti Cervialto, Cervarolo, Raiamagra e da tante altre piccole colline, costituisce, insieme alla valle di Bagnoli Irpino con i suoi boschi di castagno, un immenso patrimonio boschivo ricco di prodotti del sottobosco.
Padrone per eccellenza e simbolo della località irpina è di sicuro il Tartufo (o meglio i tartufi), ma oltre a questo particolare e gustosissimo prodotto ipogeo, i boschi lacenesi producono esemplari altrettanto prelibati di funghi di ogni specie.
Da contorno ai funghi commestibili, tantissimi altri esemplari che anche se tossici o velenosi costituiscono parte della bellezza della montagna.
In questa sezione dedicheremo particolare attenzione alle più frequenti essenza fungine presenti sull’altopiano Laceno e nella valle di Bagnoli Irpino, e cercheremo di fornire attraverso foto e schede descrittive le caratteristiche essenziali quali habitat, periodo di crescita, commestibilità e condizioni meteo favorevoli.

LEGGE REGIONALE SULLA RACCOLTA DEI FUNGHI SPONTANEI EPIGEI
LEGGE REGIONALE SULLA RACCOLTA DEI FUNGHI SPONTANEI IPOGEI (TARTUFI)
MODIFICHE LEGGE REGIONALE SULLA RACCOLTA DEI TARTUFI

Ricordiamo che il riconoscimento dei funghi attraverso le nostre schede serve solo per scopo didattico e che gli stessi vanno consumati solo ed esclusivamente dopo averli fatti ufficialmente riconoscere da un ispettorato micologico presso la propria ASL. Decliniamo ogni responsabilità in caso di un incauto consumo.

condividi su Facebook condividi su Twitter condividi su Pinterest condividi su Whatsapp condividi su Telegram
Booking.com

Utilizziamo cookies tecnici, di analisi e di terze parti per agevolare e rendere più efficace l’esperienza dell’utente nel sito. Visitando i contenuti della nostra pagina web presta il suo consenso all’uso di questi strumenti e accetta la nostra Cookie policy

seguici su Facebook seguici su Twitter seguici su Instagram seguici su Pinterest