^

Craterellus cornucopioides


Il Craterellus cornucopioides è un fungo prettamente autunnale che viene chiamato volgarmente “trombetta da morto” o “trombetta dei morti“. Il nome macabro, tuttavia, non rappresenta la qualità del fungo (viene cosi chiamato perchè nasce intorno al 2 di Novembre), il quale è un ottimo commestibile, molto ricercato soprattutto al nord Italia, dove mantiene un suo ottimo mercato.
Il suo aspetto è unico ed inconfondibile, a forma (appunto) di una piccola tromba, gambo a cono e cappello imbutiforme, di colore nero e grigiastro. Il suo profumo è molto gradevole e ricorda quello dei “cugini” galletti.
Le trombette amano ambienti umidi e freschi, il loro habitat ideale è il bosco misto di querce e carpini ma non disprezzano il faggio. Nel comprensorio del Laceno, il Craterellus cornucopioides è stato ritrovato ai confini con i comuni di Acerno e Calabritto, in zone ricche di muschio e fredde.
Ottimo in cucina, saltato in padella da fresco oppure essiccato e consumato tritato a polvere sulla pasta e altre pietanze. Per quest’ultima caratteristica, il fungo viene anche considerato il “tartufo dei poveri“.


Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Pinterest
 
Vacanze invernali nel Cilento
L'informazione di Salerno online
Luci d'Artista Salerno