^

Clitocybe nebularis


Il Clitocybe nebularis o nebbione (i locali lo chiamano ordinale) è un fungo molto comune in autunno nel comprensorio del Lago Laceno.
Il nebbione cresce a gruppi molto numerosi, a file e fortemente gregario ecco perchè viene chiamato “ordinale” o “ordinato“, propio per il suo modo particolare di crescita; trattasi di una specie sulla quale è nata una lunga discussione che ha portato a considere il Clitocybe nebularis tossico per consumo ripetuto.
Per molti anni, il nebbione è stato uno dei funghi più consumati tra l’altopiano Laceno e le montagne di Acerno, considerato come un ottimo commestibile e apprezzato da tutti per il suo particolare aroma. I cercatori meno esperti e i veterani recandosi nei boschi si divertivano a raccogliere chili e chili di questo fungo nelle sue stazioni di crescita.
La scienza però ha dato una svolta decisiva alla questione indicando il Clitocybe nebularis come fungo tossico per consumo ripetuto, accumulandosi le sostanze pericolose nel fegato; addirittura in alcuni casi si sono verificati forti mal di testa e vertigini solo per aver inalato i vapori di cottura.
L’ ordinale nasce in autunno dopo abbondanti piogge, soprattutto quando le nebbie coprono i boschi per la maggior parte della giornata. Nella zona di riferimento è fungo assai diffuso e fruttifica praticamente in ogni faggeta a partire dai 1000 m e fino ai 1500 m di quota.
Grandi colonie sono state avvistate nei pressi delle mulattiere che conducono ai sentieri di valle.
Il Clitocybe nebularsi inoltre è pericoloso perchè confondibile con il mortale Entoloma lividum.


22/10/2011 - Categoria: FunghiArticle tags: , ,
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Pinterest
 
Vacanze invernali nel Cilento
Luci d'Artista Salerno
Istituto Cardiologico De Martino
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Info | Chiudi